La tecnologia della poliurea è basata sulla chimica di reazione dei sistemi bicomponenti applicati a spruzzo, attraverso l’impiego di pompe bi-mixer, utilizzati nel settore dei rivestimenti e delle impermeabilizzazioni.
La poliurea è un elastomero ottenuto chimicamente dalla reazione di poliaddizione di un prepolimero isocianico con un’ammina polifunzionale o con miscele di ammine, in un rapporto di miscelazione in volume generalmente di 1:1.

Nel gergo del mercato si distinguono due macrocategorie di poliuree in base alla loro chimica:
Pura, dalla reazione di un prepolimero isocianico con poliammine
Ibrida, dalla reazione di un prepolimero isocianico con poliammine, polioli e chain extender

Nella pratica la principale differenza è la seguente:
Pura: non è necessaria una futura manutenzione
Ibrida: è indispensabile applicare una finitura resistente ai raggi UV

Fonte: Wikipedia

ITALCHIMICA mette a disposizione tutta la sua competenza nella scelta dei materiali impermeabilizzanti più indicati per il tipo di intervento di cui i suoi clienti necessitano e tutta la propria esperienza nella posa per ottenere un risultato ottimale.

Esempio di Applicazione Poliurea Italchimica

Prima

Durante

Dopo

Prodotto utilizzato: Elastorapid VK 260 (Poliurea) – Location: Aeroporto Marco Polo di Venezia

Attrezzatura per l’applicazione della Poliurea Italchimica

La poliurea è un prodotto bicomponente per applicazioni a spruzzo che necessita di particolari condizioni di miscelazione per consentire una corretta reazione chimica durante la sua applicazione.
La macchina per la spruzzatura (proporzionatore) è il cuore di tutto il sistema. Ad esso è affidato il compito di riscaldare i due fluidi e pressurizzarli mantenendo un flusso costante durante il lavoro di spruzzatura.

Requisiti per l’applicazione
– Impianto per la gestione di due componenti
– Pressione di spruzzatura compresa tra 150 e 240 bar
– Temperatura del prodotto compresa tra 65 e 80°C
– Portata prodotto tra 2 e 10 litri/minuto
– Misurare e miscelare i prodotti nel giusto rapporto
– Produrre e mantenere la pressione operativa desiderata
– Regolare separatamente le temperature (riscaldatore componente A, riscaldatore componente B, riscaldamento tubi) per fluidificare i prodotti di applicazione alla viscosità dovuta
– Erogare la portata desiderata alla pressione desiderata

Panoramica attrezzatura

Contattaci Per Richiedere Informazioni!

Contattaci

I Vantaggi della Poliurea Italchimica

1. Elevata capacità di far ponte sulle fessure (crack bridging)

Il basso modulo elastico dei sistemi hot spray unitamente all’estrema elasticità (allungamento a rottura nell’ordine del 300 %) permette ai prodotti di sviluppare un’elevatissima capacità di far ponte su fessure (crack bridging), ben oltre ai massimi livelli previsti dalle normative di riferimento. Tali valori sono raggiunti anche a basse temperature, condizione gravosa per tutti gli elastomeri.

2. Elevata resistenza agli agenti atmosferici

L’eccellente resistenza ai raggi UV, alle estreme escursioni termiche (da -30°C a +140°C) e alla diretta abrasione rende i sistemi hot spray particolarmente indicati anche per l’impermeabilizzazione di strutture particolarmente sollecitate, soggette a traffico sia pedonale che veicolare, come lastrici solari, gradinate di stadi, parcheggi e impalcati di ponti, eventualmente anche prima della posa dell’asfalto colato a caldo.

3. Distribuzione delle tensioni

Altro elemento fondamentale delle poliuree è il fatto di essere in completa adesione col sottofondo e di non richiedere alcun fissaggio meccanico puntuale. Tale fattore permette di ridurre le sollecitazioni del sottofondo, distribuendo su tutta la superficie le eventuali tensioni (ad esempio il carico di estrazione del vento).

4. Resistenze chimiche

Tutti i sistemi impermeabilizzanti hot spray sono anche resistenti al permanente contatto con l’acqua, con sostanze chimiche mediamente aggressive, a terreno e radici, tutti elementi che li rendono idonei anche alla realizzazione di sistemi per coperture a “tetto verde”, “tetto rovescio” e “zavorrato”.

5. Rigenerabile/rinnovabile

A differenza della maggior parte dei sistemi tradizionali che una volta arrivati a fine vita devono essere rimossi e smaltiti, questi sistemi possono essere efficacemente rigenerati grazie alla possibilità di applicare sul manto esistente un nuovo strato protettivo che ne ripristina l’originale durabilità.

6. Sicurezza in caso di danneggiamenti

La completa adesione al sottofondo permette di evitare il diffondersi di infiltrazioni nel malaugurato caso di accidentali danneggiamenti e lesioni nel manto impermeabilizzante.

7. Durabilità garantita

Tutti i sistemi impermeabilizzanti hot spray sono garantiti in conformità a quanto previsto dalle vigenti normative in riferimento al relativo campo di utilizzo. Inoltre, in base alla struttura dei sistemi proposti, si è in grado di offrire sistemi per coperture caratterizzati da un’aspettativa di vita crescente, in grado di offrire i più elevati requisiti prestazionali e di durabilità.

8. Protezione del calcestruzzo in conformità alla norma CE 1504-2

La conformità di tutti i sistemi impermeabilizzanti hot spray ai requisiti prestazionali della norma CE EN 1504-2, “Sistemi di protezione della superficie di calcestruzzo”, li rende particolarmente indicati per raggiungere i più alti livelli di protezione e impermeabilizzazione di infrastrutture e opere in calcestruzzo.

9. Sostenibilità ambientale

Tutti i sistemi impermeabilizzanti hot spray sono senza solventi e pertanto hanno bassissime emissioni di composti organici volatili. Sono inoltre disponibili versioni con elevato indice di riflettanza solare, che prevengono il surriscaldamento della copertura realizzando il cosiddetto “Cool roof”.

10. Polizza assicurativa rimpiazzo opere (PRO) postuma decennale

I sistemi impermeabilizzanti hot spray sono supportati da una polizza assicurativa rimpiazzo opere postuma decennale stipulata con Zurich.

Parla con un Tecnico

Non sei sicuro che la Poliurea possa fare al caso tuo? Parlane con un nostro tecnico!